Come Costruire una Camera Calda per gli Uccellli

Per chi ha in casa dei volatili sa benissimo che un elemento che di certo non potrà mancare è la tanto cara camera calda per uccelli.

Questa è molto importante e deve essere sempre presente. I pappagalli, ma anche altri uccelli, sono molto delicati e spesso occorre avere a portata di mano un ambiente caldo ed umido, che possa aiutarli a sentirsi meglio e ad alleviare i loro malori.

L’ ambiente caldo che si verrà a creare all’interno della nostra camera calda fai da te, sarà un ottimo aiuto per i nostri uccelli. Riusciremo a creare un ambiente con una temperatura adatta a farli sentire meglio. I nostri piccoli uccelli tendono ad arruffare il loro piumaggio quando non stanno bene, in questo modo riescono a mantenere costante la loro temperatura e a stare caldi. Ed ecco che grazie alla camera calda saremo noi a dare loro il modo per poter stare al caldo e di conseguenze anche meglio.

La camera calda per uccelli è un ambiente che ci darà di certo una mano nei momenti di bisogno e in quei momenti in cui i nostri amici animali stanno poco bene. La camera calda per uccelli può essere usata sia come casa per i piccoli uccelli che vorremo imbeccare e quindi crescere a mano o anche per quegli uccelli che stanno male, raffreddore o anche per le femmine che hanno ritenzione dell’uovo.

In commercio ve ne sono davvero tante ma occorre anche dire che il prezzo proposto è davvero alto e non possibile a tutte le tasche. Ecco perché proporrò un articolo nel quale potremo cercare di capire come costruire una camera calda per uccelli comodamente a casa nostra, in modo molto economico e semplice.

L’occorrente di cui avremo bisogno è:

un vecchio acquario
serpentina riscaldante
silicone a caldo
misuratore di temperatura o termostato con sonda
biadesivo
Ora possiamo iniziare. Nel caso non avessimo un vecchio acquario, lo potremo senza alcun problema trovare su internet. Vi sono tantissimi siti come Subito.it o anche Ebay annunci che offrono la possibilità di trovare dei vecchi acquari che vengono messi in vendita e dei prezzi molto accessibili.

Una volta preso l’acquario lo dovremo lavare e disinfettare per bene.

La prima cosa da fare è quella di posizionare la serpentina riscaldante o cavo riscaldante. Anche questo potrà essere trovato senza alcun problema sul web. E’ il tradizionale cavo riscaldante che viene anche usato per i terrari fai da te.

Prendiamo il silicone a caldo e attacchiamo alla corrente la pistola. Quando sarà calda, potremo aiutarci con questo per fissare il cavo riscaldante. Quest’ultimo andrà posizionato sotto il vetro del nostro acquario, in modo che possa scaldare la base e quindi il vetro stesso.

Fatto ciò lasciamo asciugare per bene il nostro silicone. Ricordiamo anche di creare un buco sul lato in cui finirà il cavo riscaldante in modo da poterla far uscire senza alcun problema.

Fatto ciò il grosso è fatto e non ci resta che posizionare anche il nostro termostato. Per fare ciò dobbiamo unire il cavo riscaldante al termostato in modo da azionarlo. Possiamo posizionare il nostro termostato su un lato dell’ acquario, con l’aiuto di un biadesivo.

Il nostro termostato avrà anche un sensore, che rileverà la temperatura interna della nostra camera calda per uccelli fai da te, che deve essere posizionato tramite ventosa, già inclusa, su una parete all’interno dell’acquario.

Ed ecco che la nostra camera calda per uccelli è pronta. Come coperchio potremo usare una rete, in modo da far respirare gli uccelli senza alcun problema. Ricordiamo di posizionare all’interno della camera calda una tazza piena d’acqua o un tovagliolo bagnato, in modo da creare dell’umidità necessaria.

La temperatura del termostato potrà essere impostata sui 28-30 gradi, l’importante è che vi sia anche un ambiente umido.

Posizioniamo all’interno una scodella con il cibo e l’acqua per il nostro piccolo o grande amico volatile.

In questo modo, con pochi soldi, potremo avere a casa nostra una camera calda per uccelli che ci aiuterà nei momenti in cui i nostri amici pappagalli o altro non stanno bene.

Ecco un articolo che ci potrà aiutare a capire in che modo possiamo prenderci cura in modo appropriato dei nostri pappagalli Agapornis o anche detti pappagalli Inseparabili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *